Archivi tag: Assistenza

Evento: Presentazione dell'opera Bari Rifugio dei profughi nell'Italia libera, Bari – 28 gennaio 2019

Scarica

16 Numero di download

Proprietario: Ipsaic

Versione: 1.1

Condividi
DescrizioneAnteprimaVersioni
Bari Rifugio dei profughi nellItalia libera (Locandina).jpg

Il prossimo 28 gennaio 2019 alle ore 11,30 presso la Mediateca Regionale Pugliese avverrà la presentazione dell’opera

 

Bari, Rifugio dei profughi nell’Italia libera: campi e centri di raccolta tra emergenze e normalizzazione (1947-1953)

 

Saluto e presentazione:

Aldo Patruno | Dir. Dip. Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio – Regione Puglia

 

Interverrano:

Vito Antonio Leuzzi | dir. Ipsaic

Anna Gervasio | ricercatrice Ipsaic

Raffaele Pellegrino |  ricercatore Ipsaic

Francesco Terzulli |  ricercatore Ipsaic

Cristina Vitulli | ricercatrice Ipsaic

Presentazione del volume: “Bari rifugio dei profughi nell’Italia libera”, Torino – 10 Maggio 2018

_

Giovedì 10 maggio 2018 alle ore 14.30 in occasione del XXXI Salone Internazionale del Libro di Torino, l’Istituto e la Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia presentano il libro:

 

BARI rifugio dei profughi nell’Italia libera – Campi e centri di raccolta tra emergenza e normalizzazione (1943-1951), di A. Gervasio, C. Vitulli, F. Terzulli, R. Pellegrino, V. A. Leuzzi.

Bari, Edizione dal Sud, 2017.

 

Allegato:

Locandina dell’evento

 

262_ed dal sud_COP bari rifugio dei profughi.indd

BARI rifugio dei profughi nell’Italia libera

_

_

Per consultare l’archivio delle pubblicazioni realizzate dall’IPSAIC clicca qui

Anna Gervasio , Cristina Vitulli , Francesco Terzulli , Raffaele Pellegrino , Vito Antonio Leuzzi

 

BARI rifugio dei profughi nell’Italia libera – Campi e centri di raccolta tra emergenza e normalizzazione (1943-1951). Bari, Edizioni dal Sud, 2018

Il volume indaga la particolare funzione della Puglia, dopo l’8 settembre 1943, come zona di accoglienza di profughi italiani e stranieri, tra cui molti ebrei in fuga dalla guerra e dal terrore nazista. Le diverse testimonianze aiutano ad individuare e comprendere a fondo il sistema di accoglienza e la funzione delle strutture di permanenza, utilizzate anche per gli italiani rimpatriati, nel lungo e travagliato dopoguerra.

 

 

Bari rifugio dei profughi (COPERTINA)